13 dicembre 2006

Democrazia all'Arcoriana

Qualche giorno fa, Silvio Berlusconi ha detto una cosa che dovrebbe far rabbrividire qualunque cittadino italiano che abbia a cuore il fatto di poter vivere in un paese libero.
La frase era all'incirca questa: "dobbiamo ricontare le schede perchè è impossibile pensare che in una democrazia si assegni una maggioranza per soli 24.000 voti".
Appena ho udito questa frase, mandata avanti ed indietro come un'eco da tutti i tiggì pubblici e privati, mi aspettavo che qualche villico prendesse in mano dei forconi e delle fiaccole ed al grido di "morte al tiranno" assediasse Villa San Martino facendo scempio dei suoi abitanti e depredandone le ricchezze, per poi ardere il tutto nel sacro fuoco purificatore.
Ed invece niente.
Nessuno ha detto nulla.
Nessun forcone, ma neppure nessuna replica stizzita dalla maggioranza nè tantomeno da qualche cittadino privato.
Analizziamo il periodo:

"dobbiamo ricontare le schede"
d'accordo, fin qui niente da eccepire, anche se si sprecherebbero solo vagonate di contante pubblico ed un sacco di tempo.

"perchè è impossibile pensare"
soprattutto se il cervello non prende più aria a causa di trapianti di capelli

"che in una democrazia si assegni una maggioranza per soli 24.000 voti"
...
...
... in una democrazia operante si assegna una maggioranza per 24.000 voti, se è per questo le maggioranze si assegnano per UN voto!
Cosa vorresti dire Deputato Berlusconi, che la maggioranza non è una maggioranza in tutto e per tutto solo perchè non ha stravinto ma ha solamente vinto? Oppure che per vincere le elezioni non si guarda più ogni singolo voto ma bisogna raggiungere una differenza di, che so, 100.000 voti, un milione?
24.000 cittadini non hanno il diritto di eleggere una maggioranza? Il voto di ognuno di noi è uguale (oltre che, mi spiace per te, libero) e come tale ha la stessa dignità e lo stesso valore.
Ultimo appunto: se ricontando i voti uscisse fuori che invece di aver vinto la sinistra per 24.000 voti, avesse vinto la destra per uno scarto ancora più limitato, a quel punto che faresti?
Non scomodarti, rispondo io per te: continueresti allegramente a farti le leggi... (e il problema è che ne avresti tutto il diritto).

7 commenti:

chiara ha detto...

Il dipendente Berlusconi non ha più alcuna cognizione di ciò che dice, non so se è completamente pazzo o è così intelligente da aver capito che può dire tutte le boiate che vuole. che tanto una buona parte del popolo bue crede ad ogni balla colossale: basta dirla con una faccia di bronzo (o, nel suo caso...di cerone), con un sorriso fasullo stampato perennemente sulla faccia e...con una spruzzatina di anticomunismo che convince sempre tutti.
Mio caro Attila, dispiace dirlo, ma la mia considerazione per il popolo (bue) italiano sta scendendomi sempre di più sotto le suole...:-((

attila ha detto...

@chiara

sto preparando una sorpresa sul popolo bue che forse potrebbe far scendere la tua considerazione per esso ancora più in basso eheheh

Lameduck ha detto...

Toglietegli tutto ma non le sue televisioni. Se non avesse quelle, sparerebbe meno cazzate.
Mi meraviglio, Attila, non gli hai mai sentito fare il discorso del "mulino bianco". Secondo lui, la politica è come una fabbrica di biscotti. Quella che ne vende di più avrebbe il diritto solo lei di fare pubblicità. E' un discorso che tira fuori di solito attorno alle elezioni, per contestare la par condicio. In qualunque altro paese civile sarebbe già in terapia con un bel T.S.O.

Skeight ha detto...

E il peggio è che si riconterà sul serio! Senza che siano state portate prove concrete riguardo anomalie o simili nelle operazioni di scrutinio... è la pietra tombale sulla convivenza democratica in Italia

chiara ha detto...

@attila

Attendo con ansia...eheheh!

Fs101 ha detto...

Io lo sapevo che avresti scritto un articolo del genere.

Ma come sempre INTERPRETATE quello che dice Berlusconi, o partite già prevenuti sapendo che dirà una cazzata e quindi non lo ascoltate.
Berlusconi si riferiva al fatto che non si può assegnare una maggioranza e un governo a una coalizione che ha vinto con uno scarto così piccolo, senza i dovuti controlli.
Nei voti all'estero ci sono state numerose irregolarità. E i voti all'estero hanno fatto la differenza.

Ci voleva un idiota con la barba, basso e tarchiato,che fa rima con TRAVAGLIO, per far smuovere qualcosa e far ricontare le schede. MA VI RENDETE CONTO!?!?

Staremo a vedere come andrà a finire...


Chiara. Io sono una di quelle persone di cui non hai considerazione.



E SONO FELICE DI QUESTO

un saluto

attila ha detto...

@fs101

Caro fs101 (ti chiami come il rapido per Livorno?)

Non vorrei sembrarti pedante, ma la legge elettorale che assegna il premio di maggioranza alla coalizione vincente l'avete votata voi!

Quelli di centrodestra hanno scritto votato e approvato una legge che assegna un premio di maggioranza alla camera su base nazionale (spiegata la grande differenza alla camera) e su base regionale al Senato (spiegato il numero di senatori quasi uguale). Inoltre avete indetto voi la circoscrizione estero! I controlli non dovevamo certamente farli noi!
Quello che rode a Tremaglia è che sperava di trovare all'estero una gran massa di nostaligici fascisti, tanti almeno quanti ce ne sono ancora in Italia, ma non è così.
Grazie al cielo all'estero Berlusconi è apparso per quello che è: un giullare arrivista utile solo a divertire la gente ma non certo a prendere le redini di un paese. Conosco personalmente molti italiani all'estero storicamente di destra che si sono rifiutati di far vincere Berlusconi!

In una qualunque democrazia operante, chi perde le elezioni va a casa, più o meno con dignità.
Noi diremo anche tante cazzate, ma tu continui a riproporre la pappardella che si legge tutti i giorni su Libero o il Giornale o il sito di Forza Italia, quindi non venire a farci la predica.