01 novembre 2006

La grande fuga

Claudio Lippi si dissocia. Ha deciso di abbandonare la sua creatura, Buona Domenica, e di abbandonarla allo sfascio più completo, inaugurato in questa stagione dalla presenza sullo schermo dei personaggi più noti della tivvù spazzatura. Quei pochi coraggiosi che si sono trovati a fare incautamente zapping da quelle parti sanno di cosa parlo. Hanno trasfromato un programma televisivo (non che gli anni passati fosse culturalmente edificante) in un'isola felice per gli individui più ignobili che abbiano transitato sulle pagine dei giornali scandalistici italiani. Ci fosse un solo protagonista che si sia reso famoso per qualcosa di più che un reality, se gli dice bene. La maggior parte si trovano sullo schermo o perchè hanno messo le corna a qualcuno più famoso di loro, o perchè hanno qualche scandalo alle spalle.
Tutto il programma ruota intorno a delle scenette ridicole in cui i presenti si scannano su un finto ring dandosi a vicenda del porco, dell'idiota, del finocchio, della puttana ecc.ecc. Tutto finto. Tutto in fascia protetta. Anche se non credo che una madre che apprezza tale tipo di televisione abbia la sensibilità di salvare i propri figli da orrorose visioni di tal genere. Molto probabilmente quella madre non ha molto altro da offrire ai propri figli e quei figli, una volta cresciuti, non avranno molto altro da offrire ai propri figli e così via, in una infinita catena di ignoranza e stolidità che permetterà a chi scrive i testi di certe schifezze televisive di prosperare.
Ricordiamoci che la colpa è nostra. Se c'è la pubblicità in tv è perchè qualcuno la guarda. Se ci sono certi programmi è perchè qualcuno si siede sul proprio divano e li guarda. Quando inizia la pubblicità, cambiamo canale, cerchiamo una programmazione sostitutiva, oppure spegniamo la tv per qualche minuto, anzi, spegnamola più spesso. Quando non c'è nulla da vedere, apriamo un libro, facciamo una telefonata, parliamo con qualcuno, usciamo di casa. Dissociamoci anche noi.

9 commenti:

Ermanno ha detto...

E' come il problema se il nano B è il prodotto di questa italia o ne sia alla guida. Questa tv è il prodotto di cosa guarda certa gente e quando mi dicono: non sai chi è costantino?! io dico felicemente NO!Non mi interessa grazie, ho cose più importanti da fare

attila ha detto...

Secondo Mosca, è la classe politica che influenza la società e non il contrario. Possiamo quindi desumere che è la televisione a creare la propria audience. Unica soluzione? Spegnerla.

Lameduck ha detto...

Cosa mi sono persa!

Anonimo ha detto...

Ma come ermanno..non sai chi è Costantino?? :D
Neanche io..e ne vado fiero.
Condivido in pieno il pensiero di Attila.
Ormai la TV la accendo per qualche TG, F1, cartoons, qualche partita (per una anno che l'Inter sembra andare..lasciatemi vedere qualche partita!), Crozza Italia, AnnoZero, Ballarò e qualche documentario.
Il resto è spazzatura..e la TV è un utilissimo fermacarte :-)
Come dice mio padre..sarebbe un bene per tutti se qualche missile intelligente, sfuggito al controllo colpisse i ripetitori TV!

Manuele

attila ha detto...

@manuele

crozza italia lo guardo anche io. Da quest'anno c'è anche la sessuologa spagnola che mi fa morire dalle risate!

Fs101 ha detto...

Questa è la prima(e forse unica :D) cosa in cui sono daccordo con te. Lippi ha fatto benissimo ad andarsene. Solo che la situazione della tv, non è così catastrofica come l'hai descritta :D

Secondo me qualcosa di bello in tv da vedere, c'è ancora

Anonimo ha detto...

tipo? Dicci qualcosa su mediaset che sia guardabile?

Fs101 ha detto...

A parte i programmi politici, studio sport, e programmi di calcio, trovo molto bello Il senso della vita, Le iene, striscia la notizia, in alcuni aspetti C'è Posta per te, e perchè no, la Pupa e il secchione ;D

Lameduck ha detto...

Io preferirei "La secchia e il pupone"