27 giugno 2006

Apologia della Padania

"Le vicende che videro presente la Lega Lombarda non si esaurirono ottocento anni or sono. Continuano ancora oggi, i condottieri hanno altri nomi, ma sono rimaste immutate la determinazione e l'aspirazione a essere liberi in casa propria..."

Così dice testualmente l'introduzione alla storia della Lega Nord, liberamente consultabile sul sito del partito. Se fosse vero, a quest'ora i condottieri di oggi avrebbero dovuto sguainare il nordico spadone e guidare le proprie genti a saccheggiare Roma, come tanti novelli lanzichenecchi, massacrando le istituzioni e uccidendo i ladroni, mentre i salotti buoni e le aule del Parlamento venivano ridotte in cenere dal fuoco purificatore.
Così non è. La furia rivoluzionaria dell'oltre Po si è per ora limitata a: occupazione di campanile pubblico, sbandieramento non autorizzato, uso improprio del tricolore, turpiloquio e qualche altra decina di reati minori.
Ma chi sono i rappresentanti di questo movimento? Che persone si identificano con i valori della Lega Nord? Quali sono questi valori?
Il Capo è, senza ombra di dubbio, Umberto Bossi, il senatùr, ancora sproloquiante nonostante i recenti problemi di salute. Un uomo tutto d'un pezzo. Un "tecnico elettronico applicato alla medicina", così recita la sua biografia, scordandosi di aggiungere che ha beccato 8 mesi definitivi per tangenti Enimont. Ma nessuno è perfetto.
Tra i suoi discorsi più meritevoli mi sembra doveroso, come minimo, ricordare il giorno felice in cui disse ad una signora di "mettere nel cesso" la bandiera italiana. Che bei ricordi.
E i gregari? Anche loro persone che rispettano le leggi e onorano le istituzioni. Maroni, in fondo, ha preso solo 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale, mentre Borghezio è stato accusato di aver dato fuoco ad un campo di extracomunitari a Torino. Un'inezia. Una quisquilia. Chi non ha mai dato fuoco a qualcuno? Suvvia! E poi ricordate che se trovate i vagoni dei treni puliti è merito suo, di Borghezio. Sì, proprio così: questo brav'uomo è quello che va sempre in giro a disinfettare con lo spray i sedili occupati dagli extracomunitari.
Ma ciò che rende i Padani padani è la gente. Sì, la gente, quelli che ai comizi ci vanno, quelli che applaudono, che scalpitano, che bestemmiano e che si ribellano a questa Italia schifosa e perfida.
Molti pensano che i Padani siano solo un gruppo di bifolchi ignoranti, ma non è così! In ogni centro ricreativo celtico vi è una biblioteca fornitissima, dove i giovani verdi possono riunirsi per serate culturali all'insegna di accese discussioni ideologiche e programmatiche sul futuro del partito. Dove nasce e cresce l'identità padana. In questo video possiamo vedere come i nordici secchioni si documentano sulla loro identità politica.
Ma il padano di oggi non è solo studio e lavoro: il vero padano sa anche divertirsi alla grande. In quest'altro video, possiamo osservare dei giovanissimi virgulti padani che si danno alla pazza gioia. Certo, senza mai dimenticare la propria identità e le proprie radici etniche padane.
Visto che roba? Vita dura per noi intellettualoidi di sinistra, qui si rischia grosso. Noi abbiamo fatto il nostro tempo, il futuro sono loro!
A proposito di futuro.
Chissà come reagirà la Lega dopo i recenti rovesci referendari. Si disgregherà? Non credo finchè la base è così forte e culturalmente preparata, ci vorrebbero almeno venti minuti prima che trovino un altro hobby. Diventerà più forte di prima? Chi può dirlo. Forse da qualche parte c'è l'erede di Bossi, pronto ad estrarre la spada dalla roccia e condurre il popolo Padano verso la libertà.
Attenti romani, riponete l'argenteria! Oltre le mura già ardono i fuochi di un assedio lungo e periglioso.
Bah!

i video sono tratti dal sito www.camicieverdi.com e fanno parte del Film "Camicie Verdi" di Claudio Lazzaro

9 commenti:

D ha detto...

Cavolo, quasi quasi lascio l'università e vado a studiare lì nel "padanotto"!
E poi che vita! Ghyeah!
Parlare di politica con il tuz tuz che non permette di sentire gli altri è un'ottima soluzione a ogni discussione!

Anonimo ha detto...

auuauauaauuahuaauhuhauhauhauha

favolosi i video : nel primo dove viene chiesto di argomentare testi fondamentali sulla politca padana , il soggetto in questione non ha mai risposto .... ah no , spetta , ha citato i promessi sposi..muahahhahaahahahahhahahahaah
muhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauha

nel secondo video dove tra le varie domande vien chiesto di citare alcuni tratti essenziali che contraddistinguono il padano dall'italiano come risposta vien fornita : perche se passi davanti a 1 gruppo di marocchini , questi fan li scemi eccc....
un altro che dice : l'onesta , esser lavoratori ecc..come se il resto dell'italia non lo facesse (ma vai a cagare cialtrone)
e l'ultimo parla di pulizia razziale: questi bimbotti sono infarciti di razzismo senza neanche avere la benche minima cognizione del perche stanno al mondo...

direi solo che son roba da gatti fracidi... grazie a dio , al referendum han preso na legnata che la porteranno nella memoria per lungo tempo....
sinceramente : FANNO PENA.

Anonimo ha detto...

E' un grande risultato la vittoria del NO. E se anche un solo NO è stato determinato dalla lettura del volantino che ho preparato e diffuso, consentitemi una soddisfazione personale. Io credo che la sconfitta della riforma berlusconiano-leghista sia stata determinata in primis dalla mobilitazione dal basso dei cittadini democratici in difesa della Costituzione, perchè se aspettavamo i partiti dell'Unione, stavamo freschi...
Un saluto
umader.splinder.com

Davide Morabito ha detto...

é veramente particolare il fenomeno della lega Nord, salito alla ribalta grazie a slogan come "Ce l'abbiamo duro" ecc. ecc.,che prendono a ispirazione il peggio e che non hanno mai aperto un libro di storia. I politichetti Leghisti sono lo specchio del loro elettorato; rubano e intrallazzano come gli altri, e per conservare con massima ipocrisia i voti, fanno leva sulle paure di gente che vive nella più bieca e profonda provincia del nord, come quelle delle invasioni saracene o roba del genere. I questi bui anni di governo Nanocatodico mi sono spesso vergognato soprattutto per la profonda stupidita dei politici leghisti.

Anonimo ha detto...

complimenti anche per il tuo blog...linkiamoci pure!
Ottobrerosso
http://coal.splinder.com

Anonimo ha detto...

DAVIDE M.... QUTO IN PIENO CIO CHE HAI DETTO

Skeight ha detto...

Il giorno dopo il referendum la Padania titolava "Il Sì vince oltre il Po" (nemmeno vero, tra l'altro...). Specifico che non ho comprato il giornale, l'ho solo visto su internet... e comunque questo rifiuto di affrontare la realtà vuol dire molto...

Anonimo ha detto...

va beh....

voglio dire la lega ha personaggi del calibro : borghezio..calderoli ...maroni....

lo spot dell'acqua lete , ne ha di piu... di neuroni

Anonimo ha detto...

"C'è bisogno di fare pulizia RAZZIALE"..
Pienamente d'accordo...io inizierei a deportare i leghisti e relative famiglie..
Scherzi a parte...
Ma siamo matti? Ma che educazione è?
Ma hanno una vaga idea di quel che dicono?
Sinceramente....sono allibito..quel bambinetto della "pulizia razziale" avrà si e no 18 anni...o non si rende conto di cosa ha detto..oppure sarebbe bene prendere provvedimenti..
Meno male che alla fine non sono poi tantissimi i leghisti...
Manuele