10 ottobre 2006

I conti non tornano e neppure i voti

Sono sempre stato affascinato dalla capacità di Silvio Berlusconi di modificare la realtà che lo circonda a suo piacimento. E' qualcosa che sta a metà tra la faccia di bronzo e la schizofrenìa, con una buona dose di fortuna a condire il tutto. Fortuna, perchè deve solo ringraziare il cielo che i suoi elettori sono talmente assuefatti alle smielate cazzate che dice, che non riescono più a vivere senza.
Chi come me gira quotidianamente nei meandri del sito di Forza Italia (no, non sono masochista) non può fare a meno di provare pena per tutte quelle aspettative che prima o poi saranno deluse dall'Idolo vivente. L'ultima su cui mi si è posato l'occhio è l'ormai leggendaria conta dei voti. Potete crederci o no, ma sul forum del sito c'è ancora gente che chiede disperatamente "ma quei voti li ricontiamo oppure no?", "che fine a fatto il riconteggio?", "ehi, ci siamo arresi? Dove è finito il riconteggio dei voti?".
Avendo trovato 70 centesimi sul marciapiede mentre tornavo a casa, oggi mi sento particolarmente magnanimo ed ho deciso di dire la verità a chi aspetta ancora a bocca aperta di sapere se Silvio salirà di nuovo al potere entro questa legislatura. Purtroppo non si tratta di buone notizie.
Il riconteggio non si può fare. Fatevene una ragione.
Non lo dico io, lo dice la legge. La vostra legge.
In particolare l'articolo 79 comma 2, del DPR 361/1957 modificato dalla "porcata" 270/2005, vieta espressamente all'ufficio centrale circoscrizionale di tornare sul voto, contestandone la legittimità o richiedendo una nuova valutazione dei voti già conteggiati. Gli unici voti ricontrollabili sono quelli contestati al momento dello scrutinio, operazione, peraltro, già conclusa con esito inconcludente.
Coraggio adesso, non fate così, non è poi così grave. Si chiama "alternanza" è una cosa che va avanti già da qualche centinaio di anni in tutto il mondo e non ci è mai morto nessuno. Almeno fino ad ora...

4 commenti:

d ha detto...

però so di gente che è morta per il motivo contrario...
ah, la cara vecchia alternanza...

chiara ha detto...

la conta dei voti è una leggenda come, secondo me, lo diventerà lo scendere in piazza!!!
Vabbè, dai, ognuno si aggrappa a quel che può...;-)

ermanno ha detto...

il problema è che se li contano peggiorano la situazione

Skeight ha detto...

di solito quando si vuole scendere in piazza non si discute troppo, ci si mette d'accordo su una data, si organizza e si va.
Qua invece a quanto pare la cosa andrà per le lunghe... sta a vedere che dovremo essere noi a scendere in piazza per migliorare la finanziaria, se aspettiamo che ci pensi l'opposizione...