01 ottobre 2006

Più o medio...

E' notte, ormai, quando i membri del governo escono da una seduta fiume del Consiglio; stanchi, emaciati. I posacenere pieni di cicche fumanti, se li vedesse Sirchia non sarebbe contento. In mano hanno un documento, firmato, bollato, inceralaccato. Si tratta della legge finanziaria, presto sarà firmata dal Capo dello Stato, presto sarà legge. I giornalisti trepidano sotto la pioggia nei loro trench color cammello in attesa di qualche notizia.
Il documento viene letto, ne vengono diramate copie per la stampa, per le amministrazioni, per i parlamentari, per i sottosegretari.
Nel frattempo, dall'altra parte della città, un po' più a destra, a via dell'umiltà, i creativi di Forza Italia sono al lavoro. Chiusi in una stanzetta, buia e poco ventilata, cercano di capire quale possa essere il punto debole della manovra. Pensa e ripensa, alla fine hanno trovato la soluzione. Alla fine hanno deciso. Subito viene diramata una circolare:
A tutti gli intervistanti! A tutti gli intervistanti! -stop- riferire giornalisti che manovra è batosta -stop- colpiranno ceto medio -stop-
Immediatamente, i mezzobusti milleusi della CDL si mettono all'opera: "La manovra è una batosta, colpiranno i ceti medi!" E poi: "Colpiranno i ceti medi, la manovra è una batosta!" Ed anche: "La manovra, o che batosta! Colpirà i ceti medi!" Perfino: "Una manovra media che batosterà colpendo".

Resta solo un punto da chiarire. Chi cacchio sono i ceti medi?
Quelli che guadagnano 15.000 euro l'anno? No, non credo, visto che l'aliquota resterà al 23%.
Allora saranno quelli che ne guadagnano 28.000? No, la loro è perfino più bassa (27 contro 33%).
Che siano quelli che ne guadagnano 55.000? Neppure loro, visto che anche questa aliquota viene abbassata (37 contro 38%).
Ci sono! Come ho fatto a non pensarci. Sono i redditi che superano i 75.000 euro all'anno! Eccolo il ceto medio, che verrà bastonato con un'aliquota del 43% che prima colpiva solo i redditi superiori ai 100.000 euro. Finalmente li abbiamo trovati. Adesso non resta che scatenarli in piazza, per protestare contro l'iniquità di questa manovra batosta.
Forza, andiamo! Dobbiamo organizzare i pullmann, come fanno a sinistra, dobbiamo andare tutti a Roma! Su, quanti siamo?
...
...
Ah...
Davvero?...
Solo il 2% della popolazione?...
...
...
Capisco...

7 commenti:

Lameduck ha detto...

Sarà l'unica volta in cui ci saranno 10.000 dimostranti in piazza e 1 milione per la Questura.

valentina ha detto...

ahahahahahah :)

P.S. ma avete letto i post per il compleanno del nano sul sito di FI??
DELIRANTI....

attila ha detto...

@lameduck

eheheheh carina questa!

@valentina

sì, sono fantastici! Ce n'era uno stupendo che diceva: Sivlio che la forza sia con te!
ahahahah :-))

Ermanno ha detto...

Forse se riescono ad organizzare una manifestazione senza pagare le persone siamo nei guai....

Lameduck ha detto...

Dopo Ratzi imperatore Palpatine, Silvio Darth Vader? Il lato oscuro della forza.

martina ha detto...

IL 2%della popolazione?questo dato è prima o dopo la scrematura che va fatta considerando gli evasori fiscali?
75000 euro è da considerarsi ceto medio,per quello che mi riguarda.Non è possibile che chi guadagna 76000 euro all'anno è messo sullo stesso piano di chi ne guadagna 500000..si preoccupassero di debellare l'evasione fiscale,come avevano promesso,che non ci sarebbe più bisogno di alzare le tasse a quel punto..Ma del resto,da un governo che proclama l'indulto,cosa di meglio potevo aspettarmi??

attila ha detto...

@martina

Per prima cosa vorrei ricordarti che l'indulto è stato votato ed accettato sia da partiti della maggioranza che da partiti dell'opposizione (UDC e FI) e che in entrambi gli schieramenti vi sono stati, comunque, dei distinguo.
Per quello che riguarda l'evasione fiscale, se leggi le quote della finanziaria noterai che circa 8 mld dovrebbero entrare dall'emersione fiscale, ovvero dal controllo sugli evasori fiscali.
La quota del 2% non l'ho decisa io, sono stime dell'Istat. Inoltre le aliquote non sono state innalzate, ma solo ristrutturate, l'unica che si è elevata è quella proprio dei 75.000 euro l'anno.