15 luglio 2006

NoTaxiArea

Una foto della Regina nel portafoglio, il Times aperto alla pagina della borsa e, alle cinque in punto, tè e sandwiches coi cetriolini. Il tutto mentre, molto compostamente, siedono sulle panchine appena di fronte al numero 10 di Downing Street in attesa che termini la riunione del Primo Ministro con i vertici del sindacato.
Se penso ad uno sciopero di tassisti inglesi, la mia mente stereotipata me lo propone più o meno così, con la musichetta di God save the Queen che passa in sottofondo.
Naturalmente tutto ciò è pura fantasia e credo che gli scioperi d'oltremanica si svolgano più o meno con le stesse modalità dei nostri. Certo è che, però, non si può fare a meno di paragonare, almeno con l'immaginazione, i composti tassisti degli altri paesi con i nostri, ben più cafoni e inclini alla violenza gratuita.
Non avrei mai pensato, prima che iniziassero le proteste per il decreto Bersani, che mi sarei potuto scagliare così contro una categoria di lavoratori, eppure eccomi qua. C'è una profonda differenza tra le proteste che si sono sempre viste in Italia da parte degli addetti al servizio pubblico e quelle di oggi dei tassisti: il rispetto per gli altri. A meno di profondissime crisi sociali, durante gli scioperi passati dei ferrotranvieri, degli addetti agli aeroporti, degli impiegati dei pubblici uffici e quant'altro, il lavoro si interrompeva, si "incrociavano le braccia", ma non si danneggiava volontariamente l'utente o il cittadino in genere.
La cosa mostruosa di questo sciopero (illegale, per giunta) è la volontà di fare danno a chi non c'entra nulla: taxi che camminano a due a due per intralciare il traffico, blocco delle piazze, violenze, insomma di tutto e di più da parte di una categoria che fino ad oggi ha goduto dei benefici dell'impunità.
Se loro, i tassisti, hanno dei presunti diritti, noi cittadini comuni ne abbiamo uno garantito costituzionalmente: la libertà di circolazione. Facciamo sentire la nostra voce e diamoci da fare per far in modo che cessino queste stupide proteste. Facciamo sentire il nostro appoggio alla linea del governo in modo che anche loro sappiano di avere le "spalle coperte".
Il blog Rinascita Nazionale propone uno scipero contro i tassisti: muoviamoci in autobus, in bici, coi pattini, a piedi, in macchina (se proprio non se ne può fare a meno) ma non usiamo il taxi. Facciamogli vedere che anche noi cittadini possiamo fa' un po' de casino per i nostri diritti.

5 commenti:

Lameduck ha detto...

Ieri mi sono servita due volte di un taxi. Premetto che vivo in una piccola città con quattro vetture disponibili in tutto.
Tragitto: da casa di mia suocera all'ospedale = vogliamo fare 1 chilometro?
€6,00, tariffa minima. Al ritorno chiamo un altro taxi e il tassista comincia a berciare contro il governo. Arriviamo, stesso tragitto = €7,00. Al che mi incazzo e chiedo:"Ma perchè?" "Perchè per tornare al parcheggio la strada è più lunga...."

attila ha detto...

E certo che il tragitto è più lungo, con questa deriva dei continenti che vuoi aspettarti? :-P

D ha detto...

Io non commento più...odio i taxi. C'è un servizio a Roma di "limousine" privato che porta all'aeroporto Fiumicino a presso fisso (30-40 euro), nel senso che, in base all'ora, quando lo chiami la signorina ti dice già quando costerà. Le macchine sono Mercedes o BMW bellissime, gli autisti sono gentilissimi e onesti (visto che non sono pagati a km).
Eccovi il numero, se proprio non potete farne a meno: 800017387
Ps: spesso capita che qualcuno che vi sta vicino vi accompagnerebbe volentieri anche per 20 euro! CHIEDETE IN GIRO prima di chiamare un taxi!!!

Praga ha detto...

Ammetto di non aver utilizzato mai utilizzato taxi se non a Praga... e lì le tariffe sono la metà di quelle italiane... con il vantaggio che i taxisti corrono come i pazzi per la città, e ti fanno provare pure un certo sussulto :-)

Anonimo ha detto...

Boh...io sono 22 anni che mi muovo a piedi...e da quando sono a Roma..alterno gambe/mezzi/passaggi da parte di amici
Dipendesse da me..morirebbero di fame :P
Su su muoviamoci a piedi...non abbiamo bisogno di loro....e poi una passeggiatina di mezz'ora al giorno fa bene alla salute :-)
Per quel che mi riguarda..possono anche bloccare il traffico..tanto io mi sposto a piedi..
Però..questi esagerano un po'..ma qualcuno che spara alle gomme dei taxi proprio non c'è?
Qualche fucilata..e poi vediamo se la smettono di fare i cretini..
Sciopero si..ma dare fastidio alla gente per il solo gusto di dare fastidio...proprio non ci sto..

Manuele