22 luglio 2006

Parto

Ho l'aereo alle sei. Non dico per dove. Volevo solo augurare un'ottima estate a tutti, buoni e cattivi, destroidi e sinistroidi, centristi e laicisti, radicali e padani, giornalisti e impiegati di Libero e chi più ne ha più ne metta.
Spero di non dover interrompere le mie vacanze per tornare di corsa a Roma a votare. Spero che gli 8 dissidenti al Senato la smettano di fare i ragazzini e ricomincino a fare i politici. Spero di vedere la villa al mare di Berlusca sequestrata per abuso edilizio e rasa al suolo. Spero che D'Alema vinca la Barcolana. Spero che Zidane vada al diavolo. Spero di non vedere come ogni anno la mia bella italietta andare a fuoco. Spero che il mio libro da viaggio non sia una schifezza. Spero che non piova dove vado io e che invece i miliardari abitanti di Porto Cervo siano costretti a riunire gli animali a coppie. Speriamo!
Beh, ora devo andare. Altrimenti resto qui. Buone vacanze!

12 commenti:

Lameduck ha detto...

Buone vacanze Attila!
a risentirci al tuo ritorno.
ciao,
Lameduck ;-)

NAUSY ha detto...

Caro il mio Attila, quello che ti raccomando è di non andare, giammai, in Amerika o in Israele per le ferie.

Semmai ci sono tanti bei paesi in Medioriente dove poter passare al sicuro le vacanze!
Non dico in Libano, ma per esempio in Iran o in Siria: lì potresti stare benissimo a pancia all'aria come nella foto!
Potresti anche intrattenere gli indigeni, facendo l'animator, col rifilare loro le tue teorie sui servizi, sul terrorismo, sulla cattiveria israelita ecc.
Chissa che successo!
Occhio, però, che non si incazzino...quella è gente molto pratica e non è abituata alle postille del diritto!

Buone vacanze!

Skeight ha detto...

Buone vacanze Attila, ci si sente al tuo ritorno (a meno che in quella non sia partito io xD)

Nicolo' ha detto...

Buone vacanze!

attila ha detto...

So tornato! So tornato! Ma tra poco riparto... eheh

NAUSY ha detto...

Attila, non mi hai nemmeno salutato!

Devo pensare che sono un ospite poco gradito...

Ed io che ho fatto di tutto per rendermi simpatico...

attila ha detto...

@ nausy

Sei un ospite graditissimo, invece.
Inoltre ti ringrazio per i complimenti e devo ammettere che un viaggetto da quelle parti lo sto proprio progettando. Però volevo spingermi più a sud, in Oman. Che dici corro dei rischi? Oppure posso partire tranquillo confidando nel fatto che appartengono alla setta ibadita e che il Sultano Qaboos bin Said si è sempre tenuto al di fuori delle dispute tra sunniti e sciiti e mai interessato del conflitto con Israele?

NAUSY ha detto...

Non ti fidare caro Attila...

quindi non ti portare ne pantaloni, ne giacche, ne cravatte, ma solamente turbanti e saariane.

E nemmeno la Bibbia.
Quegli ingenui potrebbero pensare che tu possa essere l'ultimo dei... cristiani.

Non sanno, ancora, i poverini che Gesù Cristo, in occidente, è rimasto più solo di quanto sudò sangue nell'orto degli ulivi...

Non sanno, ancora, i poverini che i giuda (non è riferito a te) da noi si sono moltiplicati più delle cavallette e si sono venduti per molto meno di trenta denari...

attila ha detto...

Allora, essendo ateo praticante sono al sicuro. Meno male!
E' strano però, tutti quelli che hanno visitato il medio-oriente e la penisola arabica mi hanno sempre raccontato di persone gentilissime e cordiali, indipendentemente dal credo o dal modo di vestire... che siano solo pregiudizi? Chissà...

nausy ha detto...

La mia collega è stata in vacanza in Tunisia.

M'ha detto che è stata una vera disavventura, soprattutto a causa del vitto.

Mal di pancia generale, coliche e diarrea!

Mah...

attila ha detto...

Sarò tardo, ma non colgo il nesso tra l'ospitalità degli abitanti e i problemi legati alla qualità dell'acqua.
Se poi la tua collega si è bevuta acqua con ghiaccio, frutta e verdura fresca magari lavata e non sbucciata ed ha bevuto dal rubinetto, allora se l'è cercata...

Quello dell'acqua è solo uno dei problemi dei paesi mediorientali, unito alla scarsità di terra disponibile e ad un inurbamento incontrollato.
Ecco anche il motivo per cui è inutile pensare alle guerre che vi si svolgono solo come a dei contrasti religiosi. L'occupazione di Israele delle alture del Golan, nell'82, ha messo a rischio la sopravvivenza di molte popolazioni arabe che vivono a ridosso del fiume Giordano (soprattutto le tribù beduine della transgiordania e la popolazione della Siria, che ha anche meno afflusso delle acque dell'Eufrate a causa delle dighe turche).
E'così facile parlare di semplice terrorismo da una parte e di legittima difesa dall'altra... gli interessi e i bisogni della gente si intersecano con l'estremismo, unica valvola di sfogo della rabbia di quei popoli. Ecco perchè bisogna ripensare tutta la politica mediorientale e FERMARE Israele. Con questa guerra, non solo non sarà più al sicuro di prima, ma sta anche mettendo a rischio la vita di migliaia e migliaia di persone. La fascia di 20 km a nord del confine con il Libano, che le truppe di Tel Aviv vogliono occupare è anche quella dove passa uno dei pochi fiumi del paese... il rischio di una catastrofe umanitaria è altissimo...

Vedere i coloni israeliani con il praticello verde di fronte a casa da un lato del confine e i contadini libanesi che scavano sangue dal deserto dall'altro lato è un immagine difficile da togliersi dagli occhi, posso assicurartelo... e quell'acqua, Israele l'ha presa con la forza, rubata potrei dire (ultima notizia è il tentativo di scavare un canale dal mare per alzare il livello del Mar Morto per motivi turistici... miglialia di ettari di territorio coltivabile verrebbero tolti ai Giordani...).

Qui non si parla di antisemitismo, giammai. Ma criticare le posizioni di un governo è più che mai legittimo. Bisogna imparare a distinguere l'opposizione alla politica di Israele con l'odio per il popolo ebraico, le due cose sono distinte e completamente differenti.

nausy ha detto...

Caro attila,

io ho fatto solo uno sternuto e tu
mi ha prognosticato, influenza, sinusite, rinite, brochite, pleurite, polmonite, ecc.

Non pensavo che parlando di un po' di diarrea avrei potuto scatenare una tale sarabanda con intervento di vigili del fuoco, di protezione civile, di croce rossa...